polaroiders

il network degli artisti instant italiani

Informazioni

PX 680

Un posto dove raccogliere i primi esperimenti fatti con le nuove PX680.

Aggiungete le vostre foto con i dati di scatto e gli accorgimenti che avete avuto, impressioni, consigli ecc in modo da poter utilizzare al meglio queste pellicole.

Membri: 110
Attività più recente: 8 Feb

Forum di discussione

sx70

Iniziata da Umberto Mancini 31 Ago 2011. 0 Risposte

Non ne parliamo...sto impazzendo !!! Continua

Spazio commenti

Commento

Devi essere membro di PX 680 per aggiungere commenti!

Commento da Gian Guido Zurli su 16 Giugno 2011 a 18:42
Io ho provato proprio con il phon e appena dopo lo sviluppo. Si rovina subito, proprio si strappa. Quelle in bianco e nero invece si aprono che e' un piacere. La prossima volta mi farai vedere come fai.
Commento da Carmen su 16 Giugno 2011 a 18:41
ahaha vero sniki, infatti io appoggio il phon al piano del bagno e procedo con due mani per aprirle
Commento da Carmen su 16 Giugno 2011 a 18:40
guarda io l'ho fatto praticamente subito (ovvero quando l'immagine è sviluppata) e con pazienza e delicatezza anche senza phon, ma con il phon viene meglio
Commento da sniki su 16 Giugno 2011 a 18:39

Bisogna avere tre mani: una che brandeggia opportunamente il phon e le altre due che separano (peel-apartano...) delicatamente la pellicola.

;-))

Commento da Gian Guido Zurli su 16 Giugno 2011 a 18:18

Ma come hai fatto ad aprirle senza rovinare la foto? Io ci riesco solo con le PX600 UV+ e la tecnica del phon spiegata sul sito di Impossible.

Ho provato la stessa tecnica con le PX680 ma niente da fare, si rompono mentre le apri.

Commento da Carmen su 16 Giugno 2011 a 18:15

Ciao ragazzi! oggi ho fatto un po' di esperimenti, sempre non perchè voglia consolare Andrea, ma se usi la tecnica dei transparencies e poi metti la foto su foglio bianco, riesci a fissare i colori e cmq avere lo scatto. qui una prova in cui si nota poco perchè la foto era sovraesposta e la seconda invece non l'ho fatta usando il phon e l'ho messa in acqua e quidni ha tutte le grinze.



poi ho notato che aprendo subito la foto e lavando via la patina bianca si intuisce il negativo anche nell px680, solo che facendo la scansione si recupera poco... forse si potrebbe provare come per il recupero dei negativi delle 100.

 

Commento da andrea tonellotto su 15 Giugno 2011 a 12:26
...guarda gian guido, e qui la chiudo (se mai l'avessi aperta) , forse leggi nelle mie parole cose che non ho scritto... io non ho mai parlato ne di artistic TZ,  di altre pellicole polaoroid...io ho parlato solo ed esclusivamente, di impossible... ringraziando dio, non tutte le impossible sono da buttare, quindi spero di riuscire a combinare ancora qualcosa, se questo mi porterà lontano non lo so, a me basta che arrivi a fine anno... in quanto al mio sarcasmo, era una risposta al tuo "esistono gli scanner" , meno sarcastico, ma molto più irridente... e con questa, ripeto, chiudo una polemica, che tra l'altro, non mi sembrava nemmeno di aver iniziato...
Commento da Gian Guido Zurli su 15 Giugno 2011 a 12:14

Lamentati allora anche con la vecchia Polaroid. Le TZ-Artistic sono chiaramente una truffa... 

 

Commento da Giacomo Visconti su 15 Giugno 2011 a 12:02
Vorrei fare un'osservazione... premetto che condivido in pieno quanto scritto di Andrea T... e non concordo per nulla l'osservazione secondo cui "scannerizzare" le foto risolvi "per metà" problema; scannerizzare le polaroid per conservarle mi sembra un tale controsenso.. a che serve avere una polaroid digitalizzata? La fotografia polaroid è per antonomasia "Istantanea".. l'imprevedibilità dei risultati è uno degli aspetti più emozionanti di una Pola, ma quel risultato deve essere stabile nel tempo, deve essere il fotogramma di un istante, non qualcosa in evoluzione (dove evoluzione è sinonimo di inesorabile deterioramento)...
Commento da Gian Guido Zurli su 15 Giugno 2011 a 11:58

Io parlavo abbastanza in generale, ma se vogliamo entrare sul piano personale ti servo subito.

 

Non so se il tuo sarcasmo ti portera' lontano, ma la scelta di pellicole sperimentali per un lavoro importante sicuramente no.

Questo alone verde di cui parli, non mi sembra cosi' terribile rispetto a quello delle PX70 FF o delle PX70 Push.

Quindi, se non altro, stiamo decisamente migliorando, ma stiamo sempre parlando di pellicole SPERIMENTALI.

Acquistando pellicole PX680 FF, puoi ancora ottenere dei punti Pioneer. Questo significa che Impossible sa bene che il risultato non e' quello definitivo.

 

E' arcinoto che le pellicole Polaroid originali cambiano nel tempo, soprattutto le tanto rimpiante TZ-Artistic che, guarda caso, diventano sempre piu' verdi con il passare del tempo. Ma quelle sono Polaroid, il marchio e' sacro e non si discute.

Se invece ci sono dei problemi di gioventu' con le pellicole Impossbile, e' invece giusto gridare allo scandalo ed alla truffa.

 

Membri (109)

 
 
 

CALL FOR ARTIST

PARTNER

VIDEO TUTORIAL

Contatti:

Fondato nel 2010 da:

Alan Marcheselli

Carmen Palermo

Dal 01/02/2019 diretto da

Alessia Amati 

 

Selezione foto settimana:

Lucia Semprebon

Selezione foto Instagram:

Solimano Pezzella

 

Referenti Italia:

MO-BO: Alan Marcheselli

VA: Carmen Palermo

CO: GIacono Inches

BG: Franco Mammana (Kite)

RM: Menico Snider (Sniki)

TN: Lucia Semprebon

CS: Carlo Stella

Webmaster:

Christian Ghisellini

 

Contatti:

polaroiders@gmail.com

info.polaroiders@gmail.com

© 2019   Creato da polaroiders.   Tecnologia

Badge  |  Segnala un problema  |  Termini del servizio

free counters