polaroiders

il network degli artisti instant italiani

LE BATTERIE (vecchie& nuove&conversioni)

Ecco qui una lista riassuntiva (fonte principale Land List):

Modello

Batteria originale

100, 101, 102, 220, 225, 230, 240, 250, 340

Una batteria alcalina (No. 531) da 4.5 volt

103, 104, 125, 135, 210, 215, 315, 320, 330, 420, 430, 440, M60, Countdown 70

Una batteria alcalina (No. 532) da 3 volt

335, 350, 360, 450, M80, Countdown 90

Due batterie alcaline (No. 532) da 3 volt (una per l'otturatore, una per il timer elettronico integrato)

EE100, The Reporter, The Reporter SE

2? batterie alcaline tipo AA (1,5 volt)

Propack

Due batterie alcaline tipo AA (1,5 volt) Il Timer digitale e l'unità flash richiedono rispettivamente 2 batterie GP-89A (1,5V) o equivalenti e 4 batterie tipo AA (1,5V)

Tutte le non folding rigide, tipo la colorpack II, III, etc compatibili con le pellicole tipo 100

Due batterie alcaline tipo AA (1,5 volt)

In ogni caso, una volta entrati in possesso di una folding serie 100, per accertarvi di comprare le pile giuste, aprite lo sportello del vano batterie e leggete sotto:

Batterie equivalenti alle originali

si trovano tutt'oggi, ma non essendo comuni sono di difficile reperibilità e un po' costose, sono comunque facilmente reperibili e ordinabili in rete. La spesa è comunque ammortizzata dal consumo modesto e una conseguente lunga durata.

La sigla più comune per le batterie alcaline da 4,5V mi sembra essere A19PX (anche V19PX / 531 / RPX19 / A19PX / EPX19 / 3LR50 / 1307AP )

per quelle da 3V, PX24 ( o V24PX / RPX24 / A24PX / EPX24 / 2LR50 / 1308AP)

Modifiche/conversioni per usare batterie più comuni

Un'alternativa economica e pratica (se vi si scarica la batteria mentre scattate e non ne avete una di riserva basta entrare in un comune negozio di elettronica o anche nel primo supermercato et voilà, mentre con le batterie originali...) è quella far funzionare le nostre polaroid, previa una piccola modifica, con batterie facilmente reperibili e poco costose. Per questo motivo la scelta di solito ricade sulle diffusissime batterie AA da 1,5volt, o le più sottili AAA

Si utilizzano 2 batterie montate in serie per le fotocamere che utilizzavano batterie da 3V (1,5+1,5=3), e 3 batterie nel caso la fotocamera necessiti di 4,5V (1,5+1,5+1,5=4,5)

La modifica è di facile realizzazione e alla portata di tutti (se ci sono riuscito io...:), può essere effettuata anche senza ricorrere a saldature e smontaggi vari, e in molti casi risulta assolutamente non invasiva, lasciando la fotocamera nelle condizioni originali, cosa sempre gradita ai collezionisti puristi.

In rete si trovano tantissime guide a proposito, con video e foto. La mia preferenza va agli interventi meno invasivi e “puliti”, seppur non mi possa certo considerare un collezionista fondamentalista né un perfezionista, come si può vedere dalla foto sopra, dove si vede quella che doveva essere la mia modifica temporanea per testare il funzionamento della fotocamera e che sta diventando ormai modifica permanente:

realizzata alla bell'e meglio senza saldature (cavi spellati uniti e fasciati con nastro isolante) collegando in serie due porta pile per batterie AAA, che essendo molto sottili si infilano tranquillamente nel vano batterie senza dover smontare o rompere niente. I porta pile sono reperibili nei negozi di elettronica/materiale elettrico, e anche da aggeggi che magari avete già in casa, come si vede ad esempio in questo video qui: https://www.youtube.com/watch?v=fwQrQhS_MwM

Ci sono ancora altre alternativa, come utilizzare batterie al litio (esistono singole batterie cilindriche da 3V -sigla CR2), le piccole batterie a bottone, unire col nastro adesivo una pila a cilindro da 3V con una a bottone da 1,5V, e chi ne ha più ne metta. Ma se non siete un poco esperti, limitate le sperimentazioni, non mischiate e fate giusto attenzione a rispettare la polarità giusta (la posizione del polo positivo e negativo è indicata anch'essa sotto lo sportellino del vano batterie, con i classici simboli + e -, ed è deducibile anche dalla diversa forma dei due attacchi a pressione) e, nel caso le batterie siano più di una, attenti a collegarle correttamente, in modo che forniscano la quantità corretta di energia.

A questo proposito, una piccola nota molto semplificata e mirata sul nostro caso sul

Collegamento in serie o in parallelo di due o più batterie:

Il collegamento in parallelo si ha quando le batterie sono collegate tra loro attraverso entrambi i poli (positivo con positivo, negativo con negativo). In questo caso la tensione nominale rimane invariata, mentre raddoppia la capacità della batteria. Ossia, se colleghiamo in parallelo due batterie da 1,5V la tensione non varierà, rimanendo pari a 1,5V, ma la capacità >durata della batteria sarà doppia.

Il collegamento in serie (quello che più ci riguarda), si ottiene invece quando le batterie sono collegate tra loro soltanto tramite una delle due estremità: polo positivo della prima con il polo negativo della seconda e così via, per intenderci, come gli anelli di una catena. In questo caso la tensione finale è data dalla somma delle tensioni delle singole pile che compongono la serie.

Schemino esplicativo:

ATTENZIONE: Nel caso delle fotocamere come come la 350, la 450 etc che utilizzano due batterie da 3V (la presenza della seconda è legata alla presenza di un timer integrato),  le due batterie NON devono essere collegate in serie, l'energia erogata deve rimanere di 3V. C'è anche chi sceglie di adoperare la sola batteria/energia dedicata all'otturatore/esposimetro, ricorrendo a timer esterni e lasciando disattivato quello integrato)

Con la speranza che il riassuntino torni utile a qualcuno, rimando gli approfondimenti e il lavoro di colmare le immancabili lacune ai commenti successivi e alla buona volontà degli utenti più competenti di me (quindi siete tutti in lista:)

Visualizzazioni: 524

Risposte a questa discussione

io ho risolto sulla mia 103 con una batteria da 3 volt CR123A, ho tolto la copertura di plastica nera che avvolge il polo positivo, con una pinza ho stretto l'attacco della macchina e ora si incastra perfettamente, per il negativo ho collegato quello della macchina con del nastro isolante al retro della batteria, la batteria entra perfettamente nel vano della macchina, una volta chiuso tutto perfetto.

un post molto esaustivo! grazie Roderick

Grazie Kite! E grazie a te per il link sull'altra pagina, l'ho sfogliato con piacere e per questo post ho integrato land list pescando dati anche da lì ;)

RSS

CALL FOR ARTIST

PARTNER

VIDEO TUTORIAL

Contatti:

Fondato nel 2010 da:

Alan Marcheselli

Carmen Palermo

Curatela Eventi e Pubblicazioni

Alessia Amati 

Solimano Pezzella

 

Selezione foto settimana:

Lucia Semprebon

Selezione foto Instagram:

Alan Marcheselli

 

Contatti:

polaroiders@gmail.com

info.polaroiders@gmail.com

© 2020   Creato da polaroiders.   Tecnologia

Badge  |  Segnala un problema  |  Termini del servizio

free counters