polaroiders

il network degli artisti instant italiani

La foto del mese di Marzo 2011

Necessarie conseguenze

Necessarie conseguenze © MassimilIano Muner







L'immagine nasce con lo scopo di comunicare, di far riflettere, di entrar " dentro" l'osservatore.

Affinchè l'osservatore " senta" è importante esser catturati, irretiti, per potersi lasciar andare e percepirla, quell'emozione.
Se l'immagine suggerisce emozione, vuol dire che è riuscita a metter in relazione colui che ha eseguito lo scatto e colui che lo osserva.
La composizione, Massimiliano Muner la concentra essenzialmente sui tronchi tagliati che appaiono in primo piano.

I tronchi tagliati compongono una piramide visiva ed è quest'ultima che ci guida alla profondità della visione, che si inoltra verso quegli alberi coperti di neve ma ,ancor vivi, perchè con radici.
Sono quelle, le radici a permetterci di poter "essere", di manifestare i nostri rami, i nostri sogni, al cielo.

La fotografia di Muner,pone in primo piano i rami recisi, privati della vita. L'uso della pellicola bianco-nera pone in evidenza non la vita, ma il taglio della vita che i giochi di luce sottolineano.
Le forme dei tronchi, immortalate dall'artista compaiono ora più regolari, ora meno. Ma, ha forse più senso il taglio della forma ora più stondata ora meno o non maggiormente l' "essenza" di quel tronco tagliato e ,dunque, privato delle sue radici?

La sua immagine rende sottesa la parola "morte" questa, la comunicazione che Massimiliano vuol condividere con i suoi osservatori.
L'operazione svolta appare silenziosa, la sua parola dolce perchè lo scatto, bianco-nero, gli rende possibile con la neve sul fondo di sopire, in qualche modo, la violenza di quel taglio.

L'immagine viene denominata dall'autore stesso "Necessarie conseguenze".
Massimiliano sa, la sua immagine lo ha raccontato che, chi taglia radice, necessariamente miete, anche se in maniera, muta, VITA a questa terra.


Caterina De Fusco


I tronchi tagliati gettano poca ombra come questa civiltà, quella che attraversiamo che poco peso dona ai suoi morti quotidiani.

Commento

Devi essere membro di polaroiders per aggiungere commenti!

Partecipa a polaroiders

Commento da polaroiders su 27 Febbraio 2011 a 19:41

Grazie Andrea per la tua critica,  personalmente ( alan ) non trovo l'immagine così banale, certo il messaggio è lampante, ma è l'ottima realizzazione dello scatto a renderlo tale.

Siamo ad un nuovo inizio per quanto riguarda la critica del mese e spero che nel tempo saremo in grado di soddisfare al meglio le vostre aspettative.

Commento da Andrea "omino" Laudisa su 27 Febbraio 2011 a 19:20
Perdonerete la mia franchezza ma trovo l'immagine decisamente banale, la composizione è didascalica e la stessa didascalia che l'accompagna la rende difficilmente intelligibile con una visione soggettiva più ampia. Lo studium in questo caso specifico non ha bisogno di cotanti orpelli letterari per la sua lettura, il gioco dicotomico è chiaro, lo capirebbe anche un bambino. In definitiva, a mio parere, ci sono immagini nell'intero sito e dello stesso autore, molto più interessanti sulle quali intavolare una lettura critica.
Commento da Alan su 27 Febbraio 2011 a 9:46

Complimenti Massimiliano e un sentito grazie a Caterina per la sua critica.

Commento da Claudio Trezzani su 27 Febbraio 2011 a 8:07
onirica
Commento da Massimiliano Muner su 27 Febbraio 2011 a 6:58
Un sentito ringraziamento per la scelta della foto e il commento artistico. La critica più che l'immagine.

LIBRI - MOSTRE

PARTNER

Codice Sconto -10%

P0LAROIDERS2021

(la prima O è uno Zero)

VIDEO TUTORIAL

Contatti:

Fondato nel 2010 da:

Alan Marcheselli

Carmen Palermo

Eventi e Pubblicazioni

Alessia Amati 

Solimano Pezzella

 

Selezione foto settimana

Lucia Semprebon

Selezione foto Instagram

2019 Solimano Pezzella

2020 Alan Marcheselli

2021 Clara Mammana

Web & Media

Alessia Amati

Alan Marcheselli

Contatti

polaroiders@gmail.com

info.polaroiders@gmail.com

© 2021   Creato da polaroiders.   Tecnologia

Badge  |  Segnala un problema  |  Termini del servizio

free counters