polaroiders

il network degli artisti instant italiani

Poiché la pagina dedicata alla "call" è dedicata appunto al caricamento delle immagini e ad eventuali domande e risposte a riguardo che poi vengono spostate nell'intestazione alla voce "domande frequenti".

Per evitare che discussioni troppo lunghe rischino di far perdere le foto caricate da altri utenti, vi chiedo di proseguire con dibattiti più lunghi qui.

Intanto ho fatto uno screenshot dell'ultima così che nessuno si possa sentire offeso e pensi che cancello i pensieri degli utenti senza preavviso o motivo.

Grazie della collaborazione.

Visualizzazioni: 1047

Rispondi

Risposte a questa discussione

Ok Carmen e grazie dello spazio concesso.  Come già detto il mio appunto era solo riguardo il fatto di distinguere tra immagini digitali e analogica. E in ogni caso "tagliare" alcune tipologie di foto non mi sembra bello. A livello editoriale non vedo che differenza ci sia.

Ripeto la domanda qui: le foto fatte nei ws polaroiders visto che non hanno nessuna liberatoria possono essere inseriti solamente se la modella in questione rilascia la liberatoria per uso commerciale?

Se non si tagliassero delle cose, questo in generale, non si potrebbero fare né libri né raccolte, perché per forza di cose il lavoro sarebbe sempre incompleto.

Sulla base della tua osservazione, potrebbe esserci qualcuno che disquisisce sul perché il numero è dedicato solo ai nudi femminili e sono stati esclusi quelli maschili, o perché nel primo abbiamo scelto di inglobare i ritratti e così via.

E ben venga la disquisizione, ma queste sono scelte editoriali, condivisibili o non, che devono essere fatte per arrivare ad un prodotto reale e tangibile e non solo "perfetto a parole" e semplicemente si può decidere se queste linee guida si sposano con il nostro pensiero e il nostro lavoro e di conseguenza se partecipare alla chiamata o meno.

Cristian, a logica ti direi che se le foto sono state fatte in un workshop con liberatoria non commerciale, non possono essere utilizzate . In ogni caso, credo sia buona norma chiedere all'organizzatore del workshop prima di bypassarlo e chiedere alla modella. Intanto aspetterei una risposta di Alan visto che nella pagina parlavi di ws fatto da lui.

Ok, ma non stiamo parlando del tema ma del supporto e dell'immagine di orgine.


Mautt Carmen dice :

Se non si tagliassero delle cose, questo in generale, non si potrebbero fare né libri né raccolte, perché per forza di cose il lavoro sarebbe sempre incompleto.

Sulla base della tua osservazione, potrebbe esserci qualcuno che disquisisce sul perché il numero è dedicato solo ai nudi femminili e sono stati esclusi quelli maschili, o perché nel primo abbiamo scelto di inglobare i ritratti e così via.

E ben venga la disquisizione, ma queste sono scelte editoriali, condivisibili o non, che devono essere fatte per arrivare ad un prodotto reale e tangibile e non solo "perfetto a parole" e semplicemente si può decidere se queste linee guida si sposano con il nostro pensiero e il nostro lavoro e di conseguenza se partecipare alla chiamata o meno.

E io quoto in pieno. Questa è la linea Editoriale di Polaroiders. Amen.


mautt ha detto:

Ok Carmen e grazie dello spazio concesso.  Come già detto il mio appunto era solo riguardo il fatto di distinguere tra immagini digitali e analogica. E in ogni caso "tagliare" alcune tipologie di foto non mi sembra bello. A livello editoriale non vedo che differenza ci sia.

Polaroiders si rivolge anche a chi usa le ZINK come supporto quindi non vedo perchè queste non debbano essere prese in considerazione anche per questi progetti. Se non è nella linea editoriale dorvreste di conseguenze togliere la possibilità di postare immagini realizzate con ZINK sul sito visto che non suscita interesse.

I workshop a differenza dei model sharing sono di norma un processo a cui un fotografo o un fotoamatore si affida per crescere e approfondire o imparare nuove tecniche. Per questo le liberatorie sono solitamente solo ai fini di portfolio.

Tu sei libero di contattare la modella in questione e di chiederle liberatoria dedicata, ma anche e soprattutto a titolo personale fai un analisi di quanto ci sia di tuo in quelle immagini, nella scelta delle luci e della location. 
 
gelpi cristian (bighands) ha detto:

Ripeto la domanda qui: le foto fatte nei ws polaroiders visto che non hanno nessuna liberatoria possono essere inseriti solamente se la modella in questione rilascia la liberatoria per uso commerciale?

Mautt, davvero poi la pianto che con te sono sempre discussioni infinite alla "aspettando Godot".

Polaroiders Selection, lo dice la parola stessa è una "selezione" non è tutto polaroiders indistintamente e una selezione si basa su criteri scelti da chi ha deciso di portare avanti questo progetto che siano criteri tecnici o estetici, è normale che non possano incontrare l'approvazione di tutti ed è giusto così ed è per questo che le librerie sono piene di libri.

-filosofia +fotografia

Grazie per la tua opinione Mautt.
Chiara e apprezzabile.
Ne terremo conto.

mautt ha detto:

Polaroiders si rivolge anche a chi usa le ZINK come supporto quindi non vedo perchè queste non debbano essere prese in considerazione anche per questi progetti. Se non è nella linea editoriale dorvreste di conseguenze togliere la possibilità di postare immagini realizzate con ZINK sul sito visto che non suscita interesse.

Rispondi alla discussione

RSS

CALL FOR ARTIST

Libri

CONVENZIONI

VIDEO TUTORIAL

Contatti:

Fondato nel 2010

e diretto da:

Alan Marcheselli

Carmen Palermo

  

Selezione foto settimana:

Lucia Semprebon

Selezione foto Instagram:

Margherita Zazzero

 

Referenti Italia:

MO-BO: Alan Marcheselli

VA: Carmen Palermo

CO: GIacono Inches

BG: Franco Mammana (Kite)

RM: Menico Snider (Sniki)

TN: Lucia Semprebon

Webmaster:

Christian Ghisellini

 

Contatti:

polaroiders@gmail.com

info.polaroiders@gmail.com

© 2017   Creato da polaroiders.   Tecnologia

Badge  |  Segnala un problema  |  Termini del servizio

free counters